“Lavoro 2025” Venerdì 2 febbraio dalle ore 20:30 alle ore 23:30 via Torquato Tasso n.4 Sala Galmozzi

“Lavoro 2025” è un progetto del Movimento 5 Stelle sviluppato da Claudio Cominardi e Tiziana Ciprini, portavoce M5S e membri di Commissione Lavoro.

Come evolverà il lavoro nel prossimo decennio.“Lavoro 2025” è il primo studio previsionale che, a partire dalla rivoluzione tecnologica in corso, descrive le caratteristiche del mondo del lavoro nel prossimo decennio. La ricerca è stata realizzata con un metodo scientifico di ricerca sociale e vuole essere uno strumento fondamentale per programmare le future politiche del lavoro, ma anche educative, formative, industriali e di welfare.

Con la partecipazione di: 

Alan Vassalli Portavoce Consigliere comunale M5S Scanzorosciate

Fabio Gregorelli Portavoce Consigliere comunale M5S Bergamo

Marcello Zenoni Portavoce Consigliere comunale M5S Bergamo 

Posted in ELEZIONI 2014 | Leave a comment

E’ ora di pensare in grande: nuovo Statuto e regole per le candidature

The new leader of Five Stars Movement and newly elected Prime Minister candidate, Luigi Di Maio (R), on the stage with Beppe Grillo (L) during the kermesse ‘Italia 5 Stelle’ (Italy 5 Stars) in Rimini, Italy, 23 September 2017. The Five Stars Moviment meeting runs from 22 to 24 September 2017.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

La legislatura è finita. Il 4 marzo si vota per dare un nuovo governo al Paese. Mancano 64 giorni. E’ ora di pensare in grande. E’ ora di andare al governo e fare quello che i partiti non hanno mai avuto la libertà di fare. Il MoVimento 5 Stelle affronterà questo momento storico con la convinzione che cambiare le cose è possibile e porterà avanti questa campagna elettorale con umiltà e determinazione. In questi 5 anni siamo cresciuti e il MoVimento si è evoluto. Sono successe tante cose e tante altre ne succederanno. Prima di tutto voglio ringraziare ogni persona che in questi anni ci ha dato fiducia e si è messa a disposizione di questo sogno. Ogni cittadino, ogni attivista, ogni portavoce che si è speso per le battaglie che abbiamo portato avanti sempre e soltanto nell’interesse dei cittadini. Abbiamo ottenuto risultati importanti nei comuni, nelle regioni, in Parlamento italiano ed europeo e siamo riusciti perchè forti di un sostegno popolare che non è mai venuto meno, alla faccia di chi ci dava puntualmente per spacciati.

Dicevano che eravamo una meteora. Lo dicevano nel 2013, nel 2014, nel 2015, nel 2016 e anche quest’anno. La realtà è che alle soglie del 2018 siamo la prima forza politica del Paese accreditati dai sondaggi attorno al 30%, siamo gli unici ad avere un candidato alla presidenza del Consiglio dei ministri, un programma e gli unici che si stanno muovendo per selezionare i candidati che proporremo ai cittadini e la squadra di governo che presenteremo agli italiani prima del voto.

Oggi apriamo ufficialmente le candidature per le parlamentarie che si terrano intorno a metà gennaio. Vogliamo offrire alle persone che ci hanno dato fiducia in questi anni, e a quelle che ce la daranno il 4 marzo, il gruppo parlamentare migliore possibile. È un giorno storico perchè tante persone da oggi potranno decidere di dare il loro contributo e mettersi a disposizione. Dobbiamo pensare a offrire il meglio ai cittadini. L’Italia deve pensare in grande. Non è più il tempo di tagli lineari violenti alla spese pubblica e continuare a indebitare il Paese, ma di garantire agli italiani una migliore qualità della vita. Questa sarà la nostra stella polare. Sia nella campagna elettorale, sia nell’attività che ci proponiamo di portare avanti quando saremo al governo del Paese. Per poterci presentare alle elezioni ci siamo dovuti dotare di un nuovo Statuto e di un nuovo Codice Etico. Il Garante resta Beppe Grillo, come sancito dalle votazioni online di settembre, io ho accettato la carica di Capo Politico con tutte le responsabilità che ne derivano: la presentazione delle liste, del simbolo e del programma e la definizione della squadra di governo. Ci saranno il Comitato di Garanzia e il Collegio dei Probiviri. I componenti del primo sono Giancarlo Cancelleri, Vito Crimi e Roberta Lombardi, quelli del secondo Paola Carinelli, Nunzia Catalfo e Riccardo Fraccaro.

Di seguito trovate tutti i nuovi documenti e le Regole per la selezione dei candidati nei collegi plurinominali e uninominali. Oggi iniziamo con le parlamentarie per i plurinominali, poi passeremo alla composizione degli uninominali. Per i collegi plurinominali il Rosatellum non prevede preferenze, ma le liste bloccate, per cui faremo, come detto sopra, le parlamentarie tra i nostri iscritti e per cui oggi si aprono le candidature.

Voglio fare un appello a tutti i cittadini di grande competenza ed esperienza, che sono stati esclusi dalla cosa pubblica perchè al loro posto venivano piazzati i burocrati di partito. Queste persone vedano nel MoVimento una possibilità di partecipazione irripetibile per cambiare il Paese. A queste persone chiediamo di iscriversi al MoVimento, condividerne il programma votato in Rete, rispettare le nostre poche e semplici regole (due mandati e a casa, non essere iscritti a partiti ecc), di impegnarsi a tagliarsi lo stipendio se eletti, di accettare tutti i punti del regolamento per i candidati e di mettersi al servizio di un sogno. Da oggi inizia la composizione del gruppo parlamentare che sosterrà il governo 5 Stelle, per cui questo è un appello a tutti gli italiani di buona volontà che vogliono dare un contributo al Paese: diamoci un’opportunità!

Il MoVimento 5 Stelle è un movimento aperto, il ponte tra i cittadini come te e le Istituzioni, il MoVimento degli italiani di buona volontà. E’ anche un movimento integerrimo: c’è spazio solo per chi esaudisce completamente i criteri di onestà, competenza e trasparenza. Non ci sarà mai spazio nelle liste per i condannati, per chi è in conflitto d’interesse, per i voltagabbana, per gli approfittatori, per chi vuole usarci come un taxi per andare in Parlamento, per chi vuole privilegi.

Nel frattempo il #Rally ha già compiuto un mese e ci aspettano i prossimi due. A breve vi comunicherò le tappe delle prossime settimane. Domani sera sarò a Roma al Circo Massimo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ci vediamo lì per gli auguri. Sarà un grande anno!

Luigi Di Maio

———————————————————————————–

A partire dalle ore 15:15 di oggi, sabato 30 dicembre 2017, e fino al termine perentorio delle ore 12 di mercoledì 3 gennaio, gli iscritti al MoVimento 5 Stelle possono presentare la propria autocandidatura per le parlamentarie che si svolgeranno secondo le modalità previste dal Regolamento e i tempi che saranno pubblicati sul sito.
Tutti gli attuali iscritti per potersi candidare e per poter partecipare alle votazioni devono iscriversi alla nuova Associazione MoVimento 5 Stelle. Non è necessario fare una nuova iscrizione, è sufficiente fare login al MoVimento 5 Stelle con le proprie credenziali di accesso ed entrare nella pagina di modifica del profilo (in alto a destra). Si aprirà una pagina per l’accettazione dell’iscrizione alla nuova Associazione MoVimento 5 Stelle. Per coloro che non si sono mai iscritti al MoVimento 5 Stelle, si possono iscrivere alla nuova Associazione da qui.
Dopo aver accettato l’iscrizione alla nuova associazione, è possibile presentare la propria autocandidatura per le parlamentarie dalla pagina di modifica del profilo.
Di seguito i documenti della Nuova Associazione e le regole per la selezione dei candidati:
NUOVO STATUTO ASSOCIAZIONE MOVIMENTO 5 STELLE
NUOVO CODICE ETICO
ORGANIGRAMMA ASSOCIAZIONE MOVIMENTO 5 STELLE
REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEI CANDIDATI NEI COLLEGI PLURINOMINALI E UNINOMINALI

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

Posted in ELEZIONI 2014 | Leave a comment

Auguri di buone feste dal movimento 5 stelle di Scanzorosciate

Posted in ELEZIONI 2014 | Leave a comment

Più piccole opere utili, più felicità: il #Rally riparte dal ponte di Casalmaggiore

Sempre da Casalmaggiore

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 2 dicembre 2017

di Luigi Di Maio

Mantova è una città bellissima! Siamo arrivati ieri sera con il candidato presidente in Lombardia Dario Violi e abbiamo incontrato i piccoli imprenditori della CNA con cui ci siamo confrontati un paio d’ore e a cui ho parlato del nostro programma per le imprese, in particolare l’eliminazione di centinaia di leggi che rendono loro la vita impossibile e l’abolizione dell’IMU sui capannoni. Misure concrete e subito realizzabili.

Il Rally oggi riparte da Casalmaggiore, un piccolo comune di 15.000 abitanti sulle rive del Po, che vive un problema che sta impattando brutalmente sulla qualità di vita di questa comunità. Il ponte che lo collega all’altra riva del fiume è inagibile. Sembra una piccola cosa, ma a queste persone ha cambiato la vita: in peggio. Famiglie divise, disagi per i pendolari, mamme costrette a orari impossibili per conciliare figli e lavoro. La situazione si trascina da mesi e ancora non è stata risolta. Il ponte va rimesso in sesto e va restituita ai cittadini una vita normale.

L’Italia ha bisogno di queste piccole grandi opere perchè di casi come questi ce ne sono a centinaia, migliaia. Anzichè concentrarci su poche, faraoniche opere che non vedranno mai luce ma che drenano miliardi di euro alle casse pubbliche dobbiamo investire sul rimettere in sesto i piccoli ponti, le strade, le ferrovie che rendono la vita migliore a milioni di persone. Oggi incontrerò questa comunità per raccontargli questa idea di Paese e incontrerò le persone che hanno vissuto disagi assurdi in questi mesi. Rendiamo migliore la qualità di vita dai cittadini a partire dalle piccole opere utili. Di seguito trovate l’articolo di un giornale locale che racconta la storia di una delle mamme di Casalmaggiore e di come l’inagibilità del ponte ha devastato la sua vita e quella dei figli. Il suo diritto alla felicità va ripristinato e noi ci batteremo per questo. Oggi sarà una giornata a tutta velocità e fitta di incontri: qui tutti gli appuntamenti da Oglioponews

C’è un grandissimo malessere sociale a Casalmaggiore. L’ha definita così, ieri sera, in poche parole che racchiudono tutto, l’avvocato Paolo Antonini, la situazione che da settanta giorni ormai il territorio vive. Il territorio, inteso come la sua gente. Persone normali, genitori e lavoratori, precipitati da un giorno all’altro in un girone infernale che chissà per quanto altro tempo ancora dovranno sopportare.

Perchè poi è così, la chiusura di un ponte non è solo la morte di un’infrastruttura, pietre e ferro posate a cavallo di un fiume: è il malessere, il disagio quotidiano di tante persone, ognuna con una storia da raccontare. Sono storie pesanti, di fatica che si aggiunge alla fatica, di tempo portato via ai propri figli e – quel che dovrebbe essere assolutamente inaccettabile – di figli che cambiano vita, che pagano il prezzo della diffusa incapacità di trovare soluzioni in tempi rapidi. Il territorio è la sua terra, ma è ancor prima la sua gente. Quella che sta soffrendo i più grandi disagi, che cerca di adattarsi ma lo fa con una – giustificabile – rabbia.

Laura Accomando è madre di tre bambini, e lavora a Colorno. Sei chilometri prima del giorno zero, tre volte tanto adesso. Con tutte le incognite del caso, legate ai camion e all’aumento del traffico veicolare che soprattutto sull’argine tra Brescello e Coenzo crea più di un disagio e di un problema.

“Sono sveglia dalle 5.30 per riuscire a prepararmi senza togliere tempo ai miei figli – racconta Laura – facciamo due conti: se ieri sono tornata a casa alle 22 ho cenato, mi sono lavata, a che ora sono andata a letto? Alle 23.15. Quante ore ho dormito? Ormai le 8 ore sono un optional! Grazie a voi carissimi che vi prendete cura del vostro popolo”.

Il ‘carissimi’ è riferito a chi siede nelle stanze dei bottoni: “Lavoro a Colorno – prosegue Laura – oggi mio marito ha il turno di mattina e pure io, quindi alle 6.30 sveglierò i miei figli, tutti e tre. Alle 7.30 porterò la più piccina al nido, la mezzana da una zia che alle 8.15 la porterà a scuola e il più grande grazie a Dio è autonomo. Poi partirò per il lavoro. Sarò di ritorno alle 14 circa, ieri sera sono tornata a casa alle 22 perché ero in turno fino le 21, ditemi voi quanto ho riposato. Quindi oggi torno a casa con la stanchezza che ho ancora di ieri, mangerò un boccone, mi do una sistemata e faccio il giro per le scuole nido, elementari, vado a fare la spesa torno a casa alle 17.30 circa. Preparo la cena e alle 21.30 sono di nuovo a letto. Sfido uno di voi, solo uno a passare una giornata con me o con uno dei pendolari che fa questa vita di merda da due mesi e passa. Ve lo dico io: sarebbero già iniziati i lavori del ponte”.

Poi chiude con una frase che il disagio lo racchiude tutto: “Finché la fatica la faccio io ok, ma i miei figli no!”.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_ottobre_01/casalmaggiore-vite-separate-ponte-chiuso-fiume-po-682081e0-a621-11e7-8477-789085dabc53.shtml

Posted in ELEZIONI 2014 | Leave a comment